Cos’è lo Statush?

Per chi cerca una tecnica di schiaritura meno impegnativa delle meches ma che regali lucentezza, lo Shatush a Lecce Gallipoli Galatina è quello che vi vuole. Lo shatush nasce negli anni 60 in America nei saloni di New York e Hollywood. In Italia è arrivato grazie al famoso hairstylist Aldo Coppola conquistando tutte le donne e che ogni anno rinnova il suo successo.  Sostanzialmente si tratta di una particolare tecnica per schiarire i capelli, non toccando le radici ma lavorando esclusivamente sulle lunghezze e le punte, vere protagoniste dell’hairstyle. La caratteristica dello Shatush a Lecce Gallipoli Galatina è, infatti, proprio fare risaltare la ricrescita, vincolando meno chi la sceglie a eseguire i ritocchi sulla colorazione periodicamente.

Se le meches diventano impegnative poiché il colore si applica dalla radice, in questo caso il colore si applica da circa metà della lunghezza della chioma. Affinché si ottenga un risultato impeccabile, è necessario anche scegliere la giusta gradazione, che ben si sposi con il colore della base, e a breve vedremo come fare per individuarla con facilità. In ogni caso di norma, lo shatush consente di schiarire la chioma fino a tre, massimo quattro tonalità rispetto al proprio colore di partenza, tenendo anche conto dell’effetto – più o meno visibile – che si vuole ottenere.

Lo shatush può essere applicato ad ogni tipo di capello, dal più chiaro al più scuro, dal liscio al riccio e l’effetto sarà comunque luminoso e naturale. Si possono ottenere sfumature sui toni del castano chiaro, del castano dorato, del biondo aranciato o del biondo platino. Con lo shatush ci si può davvero sbizzarrire, insomma, senza mettere limiti alla creatività. Lo shatush sta bene sia alle more che alle bionde. Chi ha una base più scura otterrà un effetto più evidente, mentre per chi ha la chioma più chiara il risultato sarà più naturale ed estremamente luminoso.