Perché preferire capi d’abbigliamento usati per il tuo neonato

Per accogliere adeguatamente un bambino, in base al periodo dell’anno in cui è prevista la sua nascita, occorre pensare per tempo al suo guardaroba, scegliendo i capi d’abbigliamento neonato usato più consoni alla stagione. E’ il primo acquisto dedicato all’abbigliamento neonato che la mamma fa ed è naturale che venga attratta da fantasie, colori e ricami.  E’ consuetudine preparare fino a 5 completi formati da tutina, calzini e body. Grazie alle tutine per neonato, il bebè viene protetto e fasciato con la massima sicurezza, mantenendo però massima libertà nei movimenti.

In genere, le tutine per bimbi vanno preparate fin dai primi o ultimi mesi di gestazione. Di solito, il corredo del bebè è appannaggio quasi esclusivo dei nonni, i quali si danno un gran da fare a scegliere le migliori tute per il loro nipotino. L’apertura fino ai piedini consente il cambio del pannolino senza scoprire troppo il neonato e soprattutto senza perdere troppo tempo. Per il vostro neonato dovete fare affidamento solo ed esclusivamente su tutine di alta qualità, meglio se Made in Italy al cento per cento, realizzate con i migliori materiali e capaci di garantire al vostro bambino libertà di movimento e massimo comfort possibile. Ci sono molte ragioni per scegliere l’usato per il tuo piccino.

Uno dei principali è che i vestiti di un neonato vengono utilizzati per pochissime settimane prima che perda la taglia. Vestitini realizzati in 100% cotone sono l’ideale, dato che sono confortevoli, durevoli, e si lavano bene. I capi di lana, oltre che essere difficoltosi da lavare e mantenere belli, possono irritare la pelle del bambino. L’abbigliamento va scelto anche tenendo conto del sesso del bebè. Prima di tutto per quanto riguarda i colori: per i maschietti va benissimo il blu, accostato magari al bianco in puro stile marinaresco, mentre per le femminucce il classico rosa.