Affidati a Semilac per ottenere il miglior smalto semi permanente

Se ti piace avere le unghie dipinte e curate, sicuramente sai quanto sia difficile mantenerle belle, a volte non durano due giorni! Ecco perché lo smalto semipermanente è l’ultima moda nei saloni di bellezza, in quanto può durare fino a 3 settimane senza perdere la lucentezza o staccarsi.

Oggi spiegheremo passo dopo passo come fare la tua manicure semi-permanente a casa, e ti mostreremo tutti i materiali di cui hai bisogno.

I passaggi da seguire per un buono smalto semi-permanente

Per cominciare, molti di voi potrebbero non sapere cos’è lo smalto semipermanente. Questo tipo di smalto è realizzata con speciali smalti per unghie che hanno bisogno di una lampada a LED o UV per asciugarsi e rimanere fissi sull’unghia (senza una lampada è impossibile per loro asciugare, non importa per quanto tempo li lasciamo). Grazie a questo, avremo unghie belle e resistenti, in grado di fare qualsiasi cosa senza paura di danni alle unghie e, soprattutto, per quasi 3 settimane!

Primo passo: condizionare l’unghia

Prima di iniziare a dipingere le unghie, dovresti condizionarle: limale per dargli forma, rimuovere la cuticola e limare la superficie dell’unghia in modo che la vernice rimanga fissata meglio. Per fare tutto questo, è meglio mettere le mani in una ciotola con acqua calda e sapone per le mani, lasciarle in ammollo per 5 minuti e iniziare a limare e rimuovere la cuticola con uno strumento specifico. Spingi indietro la cuticola e tagliala. Successivamente, utilizziamo un blocco bianco per limare la superficie dell’unghia al fine di eliminare eventuali resti e garantire che lo smalto rimanga più a lungo.

Secondo passaggio: applicare lo smalto e asciugare con una lampada a LED / UV

Una volta che l’unghia è pronta, possiamo applicare gli smalti, avremo bisogno di base, vernice colorata e finitura. È molto importante evitare di mettere lo smalto sul dito, poiché la sua composizione chimica può farci prudere quando viene asciugato con la lampada.

Per prima cosa applicare la base e asciugare inserendo le unghie all’interno della lampada. Quindi uno strato del colore desiderato e asciugare. Se vogliamo dargli più intensità, applichiamo un ulteriore strato di colore e asciughiamo di nuovo. Infine, applicare la mano di finitura e asciugare. Questo top coat può essere lucido o opaco ed è il responsabile dello smalto di lunga durata.

Il tempo di asciugatura dipenderà dalla potenza della nostra lampada e dal fatto che si tratti di LED o UV. Le lampade a LED sono più veloci e impiegano dai 30 ai 60 secondi per asciugare ogni mano, mentre le lampade UV possono impiegare circa 2 minuti. I LED hanno anche il vantaggio di consumare meno e di richiedere meno manutenzione (ogni poche ore di utilizzo i bulbi devono essere cambiati), ma d’altra parte sono più costosi e asciugano solo lo smalto specifico   per lampade a LED, mentre le lampade UV asciugano tutti i tipi di smalto per unghie.

Ci sono anche lampade CCFL, che asciugano gli smalti sia a LED che UV, che richiedono un tempo di asciugatura di 120 secondi.

Terzo e ultimo passaggio: pulire il top coat e idratare le cuticole

Dopo aver applicato gli smalti e il top coat, l’ultimo passo è quello di pulire la superficie dell’unghia con un prodotto chiamato “detergente”, alcool diluito, che elimina l’eccesso di prodotto. Per fare questo, immergiamo un batuffolo di cotone e lo passiamo sopra l’unghia. Consigliamo anche l’uso di olio nutritivo per le cuticole, in modo che siano ben idratate e belle

Semilac, la marca che fa per te

Alcune donne si lamentano di vedere delle crepe sulle unghie dopo alcuni giorni. Questa è solo una questione di qualità dello smalto. Ci sono molti marchi più economici che non durano a lungo. Se vuoi assicurarti il meglio, infatti, non puoi fare a meno di un Kit per unghie Semilac con lampada UV.