Cuscinetti: a cosa servono?

Per ridurre l’attrito e rendere più fluidi i movimenti nei meccanismi, si usano i cuscinetti. Sviluppati già verso la fine del ‘700, ancora oggi sono tra i componenti meccanici maggiormente utilizzati sulle macchine poiché il loro moto rende più semplici i movimenti e contribuisce a ridurre l’attrito.

A cosa servono i cuscinetti? I cuscinetti svolgono due funzioni essenziali: trasferiscono il moto, ovvero supportano e guidano i componenti che ruotano uno vicino all’altro e trasmettono forze.

I cuscinetti sono dei dispostivi che vengono utilizzati per ridurre l’attrito tra due oggetti che sono tra loro in movimento rotatorio o traslatorio, i cuscinetti volventi in particolare sono dei componenti meccanici di elevata precisione. Ci vuole un tecnico specializzato per utilizzarli e montarli nel modo preciso: il tecnico deve conoscere la forma costruttiva, i carichi applicati, le velocità di esercizio e le temperature di applicazione, così da scegliere quale tipo sia più idoneo all’applicazione.

Inoltre il tecnico specializzato deve utilizzare dei mezzi appropriati per il montaggio e lo smontaggio dei cuscinetti per garantire una durata lunga di esercizio e non sottovalutare la corretta quantità e qualità dei lubrificanti. Nelle tabelle dei cuscinetti vengono infatti indicati quali tipi di lubrificanti vanno utilizzati, le caratteristiche e tolleranze di ogni cuscinetto.

Anche se in teoria la funzione e la struttura di un cuscinetto volvente è semplice, il suo funzionamento può essere anche molto complicato a seconda dei campi di applicazione.

Parlando in generale si può affermare che questo tipo di cuscinetto serve a ridurre le perdite di energia meccanica e di ridurre l’usura, facendo così in modo che la vita del meccanismo sia prolungata per il maggior tempo possibile.

I campi di utilizzo dei cuscinetti volventi sono innumerevoli, vengono infatti utilizzati in diversi ambienti operativi e in una vasta gamma di condizioni di utilizzo; l’ambito principale di utilizzo è quello della metalmeccanica.